Spedizione Gratis!
 
 
 
Kiwido Media|Video
Roma, Kiwido, 01/09/2006
Dal 2006: grafiche, produzione e post-produzione audio-video, montaggi, remix e restauri, videografiche, compositing, sottotitolazioni, authoring di dvd per enti, societÓ di comunicazione, broadcasting, produzioni e distribuzioni cine-televisive.
   

>
 

 

Download
 

 

FunWeek Magazine

MATTACINEMA: PAOLO GIOLI

30/01/2010

In collaborazione con Cineclub "I Soliti Ignoti" - MattaCinema

Paolo Gioli
Un cinema dell'impronta

Interviene l'editore Federico Carra (Kiwido)

INGRESSO GRATUITO PER I SOCI

Domenica 31 gennaio un nuovo appuntamento col MattaCinema, in collaborazione con Cineclub “I Soliti Ignoti”. Questa settimana sarà ospite dell’Exmattatoio l’Editore Federico Carra (Kiwido) che alle 21.30 presenterà il libro + dvd di Paolo Gioli “Un Cinema dell’impronta” (2009). Durante la serata saranno proiettati i lavori inediti contenuti nel dvd allegato “6 film di Paolo Gioli”: Tracce di tracce, Figure instabili nella vegetazione, Finestra davanti a un albero, Farfallio e il capolavoro found footage Anonimatografo (per più info http://www.kiwido.it/dvd/scheda.asp?id=36).
Paolo Gioli, a cui il 3 febbraio sarà dedicato un evento in quel tempio dell’arte contemporanea che è il Centre Pompidou di Parigi, è indiscutibilmente uno dei più importanti fotografi italiani. La sua fama è legata soprattutto alle sue straordinarie immagini Polaroid, ma anche ai fotofinish e alle fotografie stenopeiche. E’ meno conosciuto, anche se comincia ad essere finalmente scoperto nella sua grandezza, come filmaker. Eppure è autore di oltre 30 film che sviluppano tutta una serie di temi, di approcci e di tecniche che dialogano in modo strettissimo con la sua produzione fotografica, pittorica, litografica e incisoria. Il libro che sarà presentato all’Exmattatoio (256 pagine) è una coedizione tra Centro Sperimentale di Cinematografia e Kiwido - Federico Carra Editore a cura di Sergio Toffetti e Annamaria Licciardello della Cineteca Nazionale. Anche grazie a un ricco apparato iconografico, sottolinea l'inestricabile legame nel lavoro di Gioli tra pittura, fotografia e cinema con i contributi di studiosi quali David Bordwell, Jean-Michel Bouhours, Bruno Di Marino, Giacomo Daniele Fragapane, Dominique Païni, Keith Sanborn e Elena Volpato.