Spedizione Gratis!
 
 
 
Kiwido Media|Video
Roma, Kiwido, 01/09/2006
Dal 2006: grafiche, produzione e post-produzione audio-video, montaggi, remix e restauri, videografiche, compositing, sottotitolazioni, authoring di dvd per enti, societą di comunicazione, broadcasting, produzioni e distribuzioni cine-televisive.
 
Flavia Mastrella
Italia, 1960  Foto 1  |  Foto 2
 
RezzaMastrella
Ottimismo Democratico
 
Video-percorso di cortometraggi di Flavia Mastrella e Antonio Rezza ideati e prodotti tra il 90 e il 99. Mai pubblicati in home video, i loro lavori in bianco e nero, divenuti ormai dei cult, sono stati pił volte premiati nei maggiori festival di cinema indipendente. Dieci anni di produzioni originali, visionarie e surreali.
 
 
Flavia Mastrella inizia la sua carriera artistica realizzando soffitti e vetri dipinti in case private, uffici, negozi, ristoranti, cimiteri, in un albergo e in una chiesa, oltre a realizzare quadri, sculture e agglomerati metallici.

Nel 1987 incontra Antonio Rezza, attore e autore di teatro, con il quale rielabora la scenografia di “Francesco Mosè”. Ossessionata dalla mancanza del movimento nell’arte figurativa scopre le scenografie da indossare realizzate in stoffa, i “quadri di scena”, ispirati ai grilli medievali e ai tagli di Fontana. Le tele influenzano i movimenti e sono fonte d’ispirazione per l’invenzione delle storie.

Inizia con il teatro la collaborazione dei due registi con lo spettacolo “Barba e cravatta” a cui seguiranno nel 92 “Seppellitemi ai fornetti”, con quadri ispirati all’opera di Burri, nel 94 “Pitecus e
“Io”, nel 98, dove i quadri di scena diventano mutanti, scivolano dal supporto e diventano costume.
Nel 2002 lavora a “Fotofinish”, lo spazio scenico si allarga, l’elemento scultoreo prende il sopravvento, avverte per la prima volta un limite nello spazio teatrale. Fotofinish diverrà nel 2003 un film girato durante la rappresentazione e montato da Eugenio Smith.

Nel 91 cura insieme a Rezza la regia del primo cortometraggio: “Suppietij". Nel 92 “Confusus” vince il Gabbiano d’oro a “Bellaria anteprima”, nel 93 “Torpore internazionale” è presentato a Torino Cinema Giovani, nel 94 ”De civitate rei” è presentato a “Bellaria anteprima” e “Il piantone” è vincitore a Torino Cinema Giovani. Nello stesso anno Flavia Mastrella vince il Premio della Miglior fotografia con “De civitate rei” al Festival di Castrocaro.
Nel 96 scrive e dirige insieme ad Antonio Rezza il lungometraggio “EsCoriandoli”, con Valeria Golino, Isabella Ferrari, Claudia Gerini e Valentina Cervi, montaggio di Jacopo Quadri e musiche di Maroccolo e Magnelli dei CSI, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia.
Seguono interventi televisivi al “Pippo Kennedy Show”, una serie di micrometraggi di critica cinematografica per Tele Più e, nel 99, la trasmissione televisiva “Troppolitani”, su Rai 3, con la collaborazione autoriale di Annamaria Catricalà e Stefano Coletta e il montaggio di Lorenzo Michelazzi.
Nel 2002 esce il secondo lungometraggio “Delitto sul po”, antifilm a corpo morto, con Rezza e Mastrella, Elisabetta Sgarbi, Domenico Vitucci, Alessandra Carli, Federico Carra, Maurizio Catania, musiche di Beethoven e Federico Carra, montaggio di Eugenio Smith.

Come fotografa e scultrice Flavia Mastrella realizza “Implosioni”, sculture commentate dalla fotografia di Franco Barbieri esposte nel c.c. dell’immagine “Il fotogramma” di Giovanni Sembrano e alla galleria “Vecchia Calcata”. A Roma espone cinque montaggi fotografici alla Terza Rassegna Nazionale di Arte Fotografica e vince il Premio “Sebastiano Oschman Gradenigo”.
Nel 95 realizza “Autopatia”, sensazioni metropolitane, sculture in cartapesta e reperti urbani con la sonorizzazione di Federico Carra. A Zurigo, nella galleria Tumb, “new psychedelic”, partecipa con alcune sculture di implosioni e montaggi fotografici. A Roma espone al Lavatoio Contumaciale di B.Menna “Monolit...” ritratto di Enrico grezzi a cui seguirà il montaggio fotografico “Cibo del guerriero saggio”.
Nel 2000 espone alcune opere della serie “L’emozione fatta suono” al Kongresshaus di Zurigo,
Nel 2002 nella Certosa di Padula insieme a Rezza presenta “io” e partecipa all’esposizione “Le opere e i giorni” curata da Achille Bonito Oliva.

www.rezzamastrella.it

 

Stampa

      

 

 
Video:
Rezza-Mastrella
Confusus
Italia , 1993
Rezza-Mastrella
De Civitate Rei
Italia , 1994
Rezza-Mastrella
Fiorenzo
Italia , 1995
     
Rezza-Mastrella
Fotofinish 2
Italia , 2007
Rezza-Mastrella
Hai mangiato?
Italia , 1997
Rezza-Mastrella
Il Mosč di Michelangelo
Italia , 1999
     
Rezza-Mastrella
Il passato č il mio bastone
Italia , 2008
Rezza-Mastrella
Il piantone
Italia , 1994
Rezza-Mastrella
L'handicappato
Italia , 1997
     
Rezza-Mastrella
L'orrore di vivere
Italia , 1993
Rezza-Mastrella
Larva
Italia , 1993
Rezza-Mastrella
Porte
Italia , 1997
     
Rezza-Mastrella
Schizzopatia
Italia , 1995
Rezza-Mastrella
Suppietij
Italia , 1991
Rezza-Mastrella
Torpore internazionale
Italia , 1993
     
Rezza-Mastrella
Virus
Italia , 1997
Rezza-Mastrella
Zero a zero
Italia , 1995